I.R.C.C.S. ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI

Milano

ANNO DI REALIZZAZIONE : 2020
COMMITTENTE: RTI: Euroimpianti/Gianni Benvenuto/Elettromeccanica Galli
ARCHITETTO: Binini & Partners
IMPORTO LAVORI: 93 000000 euro (Impianti meccanici + impianti elettrici)
SETTORE: Ospedali e sanità

INCARICO: Progettazione esecutiva

L’IRCCS Galeazzi si prefigge di essere l’“Ospedale del futuro”, ovvero un’eccellenza in campo sanitario ma anche un modello in campo architettonico ed energetico.

La nuova sede dell’IRCCS Galeazzi si colloca in area ex Expo Milano 2015, oggi MIND (Milano Innovation District) insieme allo Human Technopole e all’Università Statale. La nuova struttura unirà in un’unica sede le competenze e le specializzazioni afferenti ai due Istituti esistenti che fanno parte del Gruppo San Donato: l’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi e l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio. Si tratta del primo esempio di moderno ospedale verticale in Italia: sono 16 i piani fuori terra previsti, per una superficie complessiva di 150.000 m2, di cui due interamente tecnici. In copertura è previsto un campo solare fotovoltaico.
Oltre alle Aule per l’Università e ai Laboratori per la Ricerca, la nuova realtà dell’Istituto Galeazzi porterà ad offrire fino a 600 posti letto: i piani dal nono al quattordicesimo ospiteranno infatti le degenze, contando quasi 100 posti letto per piano. A queste saranno affiancati spazi e tecnologie di diagnosi e intervento: al quinto piano si troverà il blocco operatorio di Day Surgery, costituito da 9 sale operatorie (di cui 2 ibride), e la terapia intensiva, che comprende in un unico comparto tutte le funzioni assistenziali ad alta intensità di cura e costituita da complessivamente da 25 posti letto. Analogamente, anche il sesto piano sarà interamente dedicato al blocco operatorio, dove si troveranno ulteriori 16 sale (di cui 2 ibride), suddivise tra due comparti organizzati attorno al nucleo centrale. I piani tecnici saranno invece costituiti dal settimo e dal quindicesimo, atti ad ospitare principalmente le unità di trattamento aria a servizio dell’edificio alto.
L’ospedale sarà dotato di un’isola tecnica su tre livelli, la centrale termica atta ad ospitare la cogenerazione e la produzione di vapore, la centrale frigorifera al cui interno sono previsti delle unità frigorifere centrifughe e delle pompe di calore a vite di ultima generazione caratterizzati dalle più alte efficiente disponibili sul mercato, la centrale idrica e in copertura le torri evaporative.
I sistemi impiantistici si avvarranno anche dell’utilizzo di energia geotermica ad alto rendimento mediante pozzi di presa dalla falda e resa in corso d’acqua superficiale e in falda. Tale soluzione prevede l’impiego dell’acqua in forma diretta per il pre-raffreddamento estivo delle unità di trattamento aria esterna e per il raffrescamento estivo mediante pannelli radianti (si prevede che per tale funzione non sarà mai necessario utilizzare i gruppi frigoriferi), ed in forma indiretta come fonte condensante dei gruppi frigoriferi a vite ad alto rendimento.
Molta importanza riveste la cogenerazione, atta a lavorare tutto l’anno, anche in forma di trigerazione, ovvero fornendo energia elettrica, termica e frigorifera.
Tutti i sistemi di produzione energetica saranno inoltre attentamente monitorarti mediante misuratori di energia, così come i circuiti secondari e ad ogni scenario corrisponderà una ben precisa sequenza di funzionamento delle fonti di produzione, al fine di privilegiare sempre la soluzione più performante.
In virtù degli sforzi innovativo-tecnologico e di sostenibilità ambientale, l’IRCCS Galeazzi si candida alla Certificazione LEED® GOLD V4 ed è già registrato per la procedura di valutazione.

NUOVO EDIFICIO PER LABORATORI ED UFFICI PRESSO KILOMETROROSSO

Stezzano (BG)

ANNO DI REALIZZAZIONE:  2016 – 2017
COMMITTENTE: KilometroRosso spa
ARCHITETTO: Studio De Ferrari Architetti
IMPORTO LAVORI: € 11.200.000,00
SETTORE: Terziario e Commerciale

OGGETTO DELL’INCARICO: Progettazione definitiva, Progettazione esecutiva, Direzione lavori.

La realizzazione di questo edificio per laboratori ed uffici è stata effettuata secondo le più moderne tecniche progettuali , con particolare attenzione alle tematiche di sostenibilità ambientale sia dal punto di vista dell’ involucro edilizio che da quello degli impianti.

Il nuovo edificio per laboratori ed uffici “Pixel” presso il Parco Scientifico Tecnologico “KilometroRosso” rappresenta un’ eccellenza della progettazione e costruzione in Italia. L’ edificio è infatti concepito per avere altissime prestazioni dal punto di vista energetico: da una parte sono state studiate, mediante simulazioni energetiche in regime dinamico, soluzioni di involucro edilizio innovative, prima fra tutte una serra solare. Dall’ altra , sono stati utilizzati impianti tecnici all’ avanguardia, con forte uso di fonti rinnovabili. L’ edificio è uno dei primi in Italia ad essere classificabile come nZEB.

CENTRO DIREZIONALE INTESA SANPAOLO

Torino

ANNO DI REALIZZAZIONE:  2007 – 2015
COMMITTENTE: Istituto bancario Intesa Sanpaolo
ARCHITETTO: Renzo Piano Building Workshop
IMPORTO LAVORI: € 247.001.000,00
SETTORE: Terziario e Commerciale

OGGETTO DELL’INCARICO:
Project management, direzione lavori specialistica impianti, certificazione energetica.

Situato ai margini del centro storico e alto circa 166 metri, il grattacielo ospita oltre 2.500 persone. In sommità sono presenti una serra bioclimatica adiacente a un’area espositiva con bar, ristorante e una terrazza panoramica.

Situato ai margini del centro storico e alto circa 166 m, poco meno della Mole Antonelliana, per complessivi 36 piani fuori terra più 6 sotterranei, parcheggio compreso, il grattacielo per gli uffici del colosso bancario ospita oltre 2.500 persone su una superficie di circa 107.000 mq. Oltre a 17 piani dedicati a uffici e attività professionali, sono presenti al suo interno diverse funzioni come, per esempio, una mensa e un asilo nido che saranno messi a disposizione dei dipendenti.
Fra i punti di forza vi è sicuramente l’auditorium, studiato per garantire incredibile flessibilità grazie a un pavimento mobile e a un’acustica variabile, che gli permette di trasformarsi in sala concerti, congressi o spettacoli a seconda delle necessità.
In sommità è presente una serra bioclimatica, con giardino a piante all’interno, adiacente a un’area espositiva con bar, ristorante e una terrazza panoramica.
Il grattacielo è caratterizzato da una serie di grandi innovazioni dal punto di vista della sostenibilità ambientale, fra cui un sistema di attivazione termica della massa unico al mondo, poiché funzionante ad aria, il quale provvede a raffreddare durante le notti estive i solai di tipo alveolare facendoli attraversare per moto naturale dall’aria esterna più fresca. Le facciate sono del tipo attivo a doppia pelle con controllo dinamico del carico termico. L’edificio è interamente climatizzato mediante un impianto a pompa di calore idrotermica funzionante con acqua di pozzo. Gli impianti di climatizzazione per le aree uffici sono del tipo ad aria primaria più pannelli radianti a soffitto a quattro tubi.